Corso di oreficeria e disegno del gioiello

La scuola propone la combinazione del corso di progettazione e disegno del gioiello con il corso di oreficeria e la pratica nelle varie tecniche orafe.

Studenti durante i corsi di oreficeria

Corso di oreficeria

Le caratteristiche ed il comportamento del metallo durante la lavorazione.
La costruzione del gioiello: componenti e combinazione per l’unione delle parti. Modelli in cera a caldo e a freddo e realizzazioni sulla base dei disegni e dei modelli: anelli con vari tipi di gambo e preparazione dei relativi castoni, orecchini e pendenti con meccanismi di chiusura a snodo, costruzione di cerniere, spille con gallerie e chiusure a doppio spillo.
Finitura degli oggetti realizzati, smerigliatura, pulimentatura, lucidatura e trattamenti di rifinitura. Sono previste esercitazioni di incassatura, di incisione ed introduzione alla microfusione.

Corso di disegno del gioiello

Il corso privilegia l’aspetto tecnico della formazione, necessario ad una corretta impostazione del progetto.
Disegno tecnico, tecniche miste di illustrazione grafica, volumi e superfici metalliche, accostamenti cromatici e colorazione dei vari tipi di pietre.
Chiusure, snodi, articolazioni, meccanismi, sistemi di assemblaggio e giuntaggio. Progettazione di una parure: collana, orecchini, spilla, bracciale, anello.
I progetti prevedono lo studio e la scelta dei materiali e di una tecnica decorativa.
Obiettivo del corso è la creazione di modelli che siano leggibili e realizzabili.

Allieva contenta per la sua realizzazione

Prezzi dei corsi

Durata N° ore Settimane Prezzo
Trimestrale 240 + 96 12 € 4650
Estensione 80 + 32 4 € 1450
Calendario dei corsi
Iscrizione
Antica bottega di oreficeria

Le botteghe orafe e la formazione artistica

Numerosi artisti fiorentini del Rinascimento si sono in parte formati nelle botteghe d’oreficeria. Tanto per fare qualche esempio Ghiberti crebbe nella bottega orafa del padre, e più o meno negli stessi anni si formavano in questa attività Brunelleschi, Donatello e Luca della Robbia.

Immagine:
Bottega dell’orafo, dal "De spherae"
(1480-1490)